Comune di Monte Urano (FM)

BANDO PUBBLICO PER EROGAZIONE CONTRIBUTI PER CANONI DI AFFITTO ELEVATI ANNO 2020

Sei in:

Home » Canali » Gli Archivi » Notizie, Comunicati, Manifestazioni ed Eventi » lettura Notizie e Comunicati
Notizie, Comunicati, Manifestazioni ed Eventi
..
ven 07 ago, 2020
BANDO PUBBLICO PER EROGAZIONE CONTRIBUTI PER CANONI DI AFFITTO ELEVATI ANNO 2020
INQUILINI MOROSI

BANDO PUBBLICO PER  EROGAZIONE CONTRIBUTI PER CANONI DI AFFITTO ELEVATI ANNO 2020

Viene indetto il seguente bando, ai sensi dell'art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e dell’art. 12 della L.R. 36/2005, per l’assegnazione di contributi per il pagamento dei canoni di locazione per l’annualità 2020 in applicazione della delibera di Giunta Regionale n. 1288/2009, della successiva delibera, contenente una “procedura urgente per l’emergenza Covid 19” che modifica alcuni punti della precedente,  n. 1044 del 27/07/2020.

 

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO SOCIALE

RENDE NOTO

Che a partire dal 10 agosto 2020  fino 21 agosto 2020 i  soggetti in possesso di tutti i requisiti sotto elencati potranno presentare domanda per ottenere contributi ad integrazione dei canoni di locazione secondo quanto disposto dal presente bando.

Art. 1
Requisiti e condizioni per l’ammissione al bando

Per la partecipazione al presente bando è necessario il possesso, alla data di presentazione della domanda , dei seguenti requisiti e condizioni:

  • Cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all'Unione Europea.
  • I cittadini  extracomunitari possono fare domanda  purché titolari di un permesso di soggiorno in corso di validità   o di carta di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo e iscritto nelle liste di collocamento o esercita una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo (art. 40 D.Lgs. 25 luglio 1998, n. 286).
  • Residenza anagrafica nel Comune di Monte Urano e nell'alloggio per il quale si chiede il contributo;
  • Mancanza di titolarità su tutto il territorio nazionale, da parte di tutti i componenti il nucleo familiare anagrafico, del diritto di proprietà, comproprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo stesso, ai sensi dell'art. 2 della L.R. n. 36/2005 e s.m.i.; se la titolarità dei citati diritti  è stata acquisita nel corso dell’anno 2020, la domanda per ottenere tale contributo potrà essere presentata solo con riferimento al periodo antecedente l’acquisto del diritto;
  • Essere conduttore di un alloggio di proprietà privata o pubblica,  con esclusione degli alloggi di IACP sovvenzionata (l’agevolata non è esclusa) e degli alloggi inseriti nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9  con contratto di locazione per abitazione principale regolarmente registrato ai sensi di legge anteriormente alla data di pubblicazione del bando;
  • Presentare le ricevute di affitto pagate nell’anno 2020 fino al momento della domanda, impegnandosi poi su richiesta del Comune e secondo le modalità stabilite a presentare le restanti ricevute; 
  • Pagare un canone mensile, al netto degli oneri accessori, non superiore a  500,00 euro ;
  • Qualora la richiesta provenga da persona diversa dal titolare del rapporto locativo, avente comunque la residenza anagrafica nell’appartamento, è richiesta la dichiarazione che nessun altro soggetto residente nel medesimo appartamento ha presentato domanda di contributo.
Art. 2
Nucleo familiare

Ai fini del presente bando si considera il nucleo familiare composto dal richiedente e da tutti coloro che, anche se non legati da vincoli di parentela , risultano nello stato di famiglia anagrafico alla data di presentazione della domanda.

Art. 3
Capacità economica
  • Possibili beneficiari sono i cittadini in possesso della dichiarazione sostitutiva unica ISEE in corso di validità il cui importo non sia superiore a:
    • FASCIA A: Valore Isee non superiore a € 5.977,79; il contributo è tale da ridurre l’incidenza canone/Isee al 30%, per un massimo di € 2.988,90.
    • FASCIA B: Valore Isee non superiore a € 11.955,58; il contributo è tale da ridurre l’incidenza canone/Isee al 40%, per un massimo di € 1.494,45.
  • Il limite del valore Isee è diminuito del 20% in presenza di un solo reddito derivante da lavoro dipendente o da pensione in un nucleo familiare monopersonale;
  • Il contributo da assegnare sarà incrementato del 25% oltre il tetto fissato per:

- nuclei familiari in cui siano presenti ultrasessantacinquenni;

- presenza nel nucleo familiare di componenti con invalidità riconosciuta pari o superiore al 67%;

- presenza nel nucleo familiare di componenti disabili di cui all'art. 3 della Legge 5 febbraio 1992, n. 104;

Per i soggetti che dichiarino “ISEE zero” l’ammissione della domanda sarà possibile soltanto in presenza di autocertificazione attestante la fonte di sostentamento.

Art. 4
Autocertificazione dei requisiti e documentazione obbligatoria

Ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, i requisiti  e le condizioni per la partecipazione al presente bando sono attestabili mediante dichiarazioni sostitutive.

Alla domanda dovrà essere allegata, a pena di esclusione dal contributo,  la seguente documentazione:

  • certificazione Isee in corso di validità;
  • copia del contratto di affitto regolarmente registrato presso l'Agenzia delle Entrate e possibilmente copia della ricevuta di versamento (mod. F23) dell'imposta di registro attestante la validità in atto del rapporto locativo;
  • fotocopia di un documento di riconoscimento valido;
  • ricevute d'affitto dell'anno 2020 disponibili fino al momento della presentazione della domanda, impegnandosi poi a consegnare le rimanenti entro i termini e le modalità indicate dal Comune secondo le disposizioni delle Regione Marche (sarà valida anche una dichiarazione sostitutiva dell’atto notorio del proprietario dell'abitazione attestante l'avvenuto pagamento dei canoni con indicazione dei mesi effettivi);
  • solo per i cittadini extracomunitari: copia del permesso di soggiorno o della carta di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo in corso di validità;
  • scheda professionale attestante l’iscrizione alle liste di collocamento, nel caso in cui il richiedente non sia lavoratore dipendente o autonomo
  • in caso di invalidità certificato di invalidità Asl oppure certificato Asl di handicap grave Legge 104/92.

Ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. 445/2000 l’Amministrazione comunale si riserva la facoltà i procedere a idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive. Ferme restando le sanzioni penali previste dall’art. 76 del citato D.P.R.,  qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione sostitutiva, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.

Art. 5
Determinazione dell'entità del contributo

Il contributo massimo concedibile viene calcolato automaticamente dal software di gestione messo a disposizione dalla Regione Marche sulla base dell'incidenza del canone annuo sul valore Isee ed è tale da ridurre l'incidenza al 30%, per un massimo di € 2.988,90 per la Fascia “A” e  al 40%, per un massimo di € 1.494,45 per la Fascia “B”.

Nel caso in cui i fondi regionali e comunali  non fossero sufficienti a soddisfare l’intero fabbisogno il Responsabile del Servizio competente  procederà  a ridurre  proporzionalmente l'entità del contributo spettante a ciascun avente diritto, garantendo comunque la stessa percentuale di  soddisfacimento rispetto al contributo massimo concedibile ed erogando comunque solo i contributi di importo superiore o pari a € 50,00.

Art. 6
Non cumulabilità con altri analoghi benefici

Sulla domanda di contributo il richiedente deve specificare se ha già percepito o se ha fatto richiesta di contributi per il pagamento di canoni relativi al medesimo periodo, compresi quelli per l’autonoma sistemazione.

In entrambi i casi il richiedente avrà cura di precisare: l’importo richiesto/già percepito e la normativa di base alla quale fu presentata la domanda.

Al ricorrere delle ipotesi di cui ai commi precedenti, il Comune concede un contributo massimo pari alla differenza tra l’ammontare dell’importo concedibile ai sensi dell’art. 11 della legge 431/98 e la somma già percepita dal richiedente ad altro titolo.

Restano salvi i divieti di cumulo espressamente stabiliti dalle vigenti normative in materia. Si ricorda che tutte le detrazioni per canoni di locazione previste dalla legge  di cui il richiedente fruisca nella dichiarazione dei redditi non sono cumulabili con il contributo fondo affitti (art. 16 del TUIR e art. 10,comma 2, L. 431/1998).

Art. 7
Termini presentazione domanda

Le domande, i cui modelli possono essere richiesti al Comune presso l'Ufficio Sociale (piano terra primo ufficio a sinistra)  possono essere presentate dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, 

dal 10 AGOSTO 2020 e non oltre il 25 AGOSTO 2020

Informativa ai sensi del T.U. sulla privacy ai sensi del Reg. UE n. 679/2016:

Il trattamento dei dati  personali è svolto secondo quanto previsto dalle disposizioni vigenti di cui al Regolamento UE 679/2016.

Il responsabile del trattamento è il dott. Giorgio Capparuccini, Responsabile del Servizio Sociale e Culturale del Comune. I dati forniti verranno utilizzati allo scopo e per il fine di erogare il contributo ed adempiere agli obblighi di monitoraggio e rendicontazione degli interventi effettuati a valere sulle risorse nazionali e/o regionali. Le modalità con le quali verranno trattati i dati personali contemplano la raccolta, la registrazione , l’elaborazione, la comunicazione, nei limiti in cui strettamente necessario alle finalità del trattamento. I diritti spettanti all’interessato sono quelli di cui all’art. 15 del citato Regolamento.

Il Responsabile del procedimento è il dott. Giorgio Capparuccini, Responsabile del Servizio Sociale e Culturale del Comune di Monte Urano, telefono 0734/848745 – e mail: cittadini@comune.monteurano.fm.it

Monte Urano, lì 6 agosto 2020

Il Responsabile del Servizio
Dott. Giorgio Capparuccini

AccessibilitàComune di Monte Urano - Piazza della Libertà 1, 63813 Monte Urano (FM) - Privacy - Note Legali
Telefono 0734.84871 - Fax 0734.848730 - PEC comune.monteurano@emarche.it - P. IVA 00356290445
Il portale del Comune di Monte Urano (FM) è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Monte Urano (FM) è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB S.p.A.