Comune di Monte Urano (FM)

PROGETTO VITA INDIPENDENTE ANNO 2018

Sei in:

Home » Canali » Gli Archivi » Notizie, Comunicati, Manifestazioni ed Eventi » lettura Notizie e Comunicati
Notizie, Comunicati, Manifestazioni ed Eventi
..
lun 04 dic, 2017
PROGETTO VITA INDIPENDENTE ANNO 2018
carr

 

Allegato “A”

DGR n. 1360/2017 - “Progetti di Vita indipendente rivolti a persone con disabilità grave. Tempi e modalità per l’applicazione dei criteri anno 2018”.

Con il presente atto vengono di seguito individuate le modalità ed i tempi per il conseguimento del contributo regionale, relativo ai progetti di Vita Indipendente rivolti a persone con disabilità grave di cui alla DGR n. 1360 del 20.11.2017.


Tempi e modalità per la presentazione delle domande

Le persone con disabilità beneficiarie del contributo regionale di cui alla DGR n. 496/2012 “Piani personalizzati di Vita Indipendente”, devono trasmettere alla Regione Marche - Servizio Politiche Sociali e Sport , Via Gentile da Fabriano, 3 - 60125 ANCONA, entro e non oltre il 15 gennaio 2018 con raccomandata A/R (fa fede la data del timbro postale) la conferma o la rinuncia al progetto utilizzando il modello di cui agli allegati “B”/“B1”.

Ai sensi della DGR n.1360/2017, i nominativi di coloro che confermeranno la volontà di dare continuità al proprio progetto personalizzato di Vita Indipendente mantenendo lo stesso contributo percepito per l’anno 2017, andranno a formare la graduatoria “A”.

Successivamente e comunque entro il 28 febbraio 2018, gli stessi devono trasmettere al suddetto indirizzo la seguente documentazione:
• Piano personalizzato di Vita Indipendente redatto d’intesa con l'Unità Multidisciplinare dell'Età Adulta (UMEA) o con il Dipartimento di Salute Mentale (DSM), l'assistente sociale dell'ente locale di residenza e/o l'assistente sociale dell'Ambito Territoriale Sociale di riferimento, sulla base del modello di cui l’allegato “D”.

I nuovi richiedenti e coloro che già beneficiano del contributo regionale di cui alla DGR n.496/2012 che, a fronte di un maggior carico assistenziale certificato attraverso una rivalutazione del proprio Piano personalizzato, decidono di fare richiesta di un contributo regionale diverso da quello percepito per l’anno 2017, devono trasmettere alla Regione Marche - Servizio Politiche Sociali e Sport , Via Gentile da Fabriano, 3 – 60125 ANCONA, entro e non oltre il 28 febbraio 2018 con raccomandata A/R (fa fede la data del timbro postale) la seguente documentazione:
• domanda di ammissione redatta utilizzando il modello di cui agli allegati “C”/“C1”;
• Piano personalizzato di Vita Indipendente, redatto d’intesa con l'Unità Multidisciplinare dell'Età Adulta (UMEA) o con il Dipartimento di Salute Mentale (DSM), l'assistente sociale dell'ente locale di residenza e/o l'assistente sociale dell'Ambito Territoriale Sociale di riferimento, utilizzando l’allegato “D”.
Non verranno prese in considerazione le domande che perverranno oltre la suddetta data.

I nominativi delle persone con disabilità i cui Piani personalizzati di Vita Indipendente rispondono ai requisiti previsti dalla DGR n.1360/2017 andranno a formare la graduatoria “B”.


Coloro che hanno già partecipato alla sperimentazione regionale di cui alla DGR n.496/2012 possono, quindi, scegliere se concorrere per una graduatoria o per l’altra.

La domanda può essere presentata dalla persona con disabilità o dal tutore, dall’amministratore di sostegno o da chi la rappresenta, a condizione che permanga la capacità di autodeterminazione e chiara volontà di gestire in modo autonomo la propria esistenza e le proprie scelte.

I Piani personalizzati devono indicare con precisione gli obiettivi, le azioni che si intendono perseguire (cura della persona; aiuto domestico; mobilità in casa, al lavoro e nel tempo libero) la descrizione e quantificazione delle necessità di aiuto alla persona e relativi costi e la dichiarazione del richiedente di assunzione di responsabilità che si assume con la stipulazione del contratto con l’assistente personale.
Nel caso in cui la persona sia già stata valutata e disponga di un progetto per finalità diverse da quelle di cui al presente decreto, la valutazione e la progettazione vengono integrate con gli interventi specifici della Vita Indipendente.


Approvazione delle graduatorie

Sulla base delle conferme pervenute, con Decreto del Dirigente Servizio Politiche Sociali e Sport, si provvede d’ufficio ad approvare la graduatoria “A”.

Per quanto concerne, invece, le nuove domande, un’apposita Commissione provvede a verificare la conformità delle stesse rispetto ai requisiti previsti dalla DGR n. 1360/2017. Successivamente all’assegnazione del punteggio a ciascun Piano personalizzato, si procede ad approvare con Decreto del Dirigente Servizio Politiche Sociali e Sport la graduatoria “B” e ad indicare i beneficiari i cui Piani personalizzati vengono finanziati, tenendo conto della disponibilità finanziaria.


Riparto ed erogazione delle risorse regionali

Il fondo regionale, ammontante ad € 695.000,00 per l’anno 2018, viene utilizzato in primis per il finanziamento di tutti i Piani personalizzati che rientrano nella graduatoria “A”; la restante parte del fondo viene utilizzata per finanziare i Piani personalizzati che rientrano nella graduatoria “B”, secondo l’ordine della graduatoria e fino ad esaurimento delle risorse.

A tutti coloro che rientrano nella graduatoria “A” viene assegnato, per il periodo gennaio/dicembre 2018, un importo pari al contributo regionale percepito per l’anno 2017. In via anticipata viene liquidato a ciascuno di essi il 90% della somma complessiva spettante previa verifica del contratto in essere con l’assistente personale mentre il restante 10% viene liquidato a seguito della rendicontazione delle spese sostenute secondo quanto disposto nel paragrafo che segue.

A coloro che rientrano nella graduatoria “B” i cui Piani personalizzati sono stati ammessi a finanziamento viene assegnato, sulla base dei criteri di cui alla DGR n. 1360/2017, un contributo regionale per il periodo maggio/dicembre 2018 e comunque a far data dalla stipula del contratto con l’assistente personale fino a dicembre 2018.
A seguito della comunicazione dell’ammissione del Piano personalizzato, i beneficiari devono trasmettere al Servizio Politiche Sociali e Sport, con le stesse modalità di cui sopra, copia del contratto stipulato e le coordinate del conto corrente bancario/postale, cui segue la liquidazione in via anticipata di una quota pari al 90% della somma complessiva spettante. Il restante 10% viene liquidato a seguito della rendicontazione delle spese sostenute secondo quanto disposto nel paragrafo che segue.

I nominativi delle persone con disabilità, ricomprese nella graduatoria “A” e “B” i cui Piani personalizzati di Vita Indipendente sono stati ammessi a finanziamento, vengono trasmessi agli Enti locali di residenza che possono cofinanziare interamente o in parte i costi del Piano personalizzato non coperti con il contributo regionale.
Il coinvolgimento degli Enti locali di residenza a sostegno delle azioni che verranno intraprese dai beneficiari riveste un’enorme importanza non solo per coloro che rientrano nella graduatoria “A”, necessario per garantire loro lo stesso livello di autonomia acquisito nel corso degli anni, ma anche per i beneficiari della graduatoria “B” che dovranno intraprendere questo nuovo progetto di vita.

In ogni caso, gli Enti locali che decidono di sostenere tale progettualità devono
comunicare al Servizio Politiche Sociali e Sport, tramite PEC all’indirizzo:
regione.marche.politichesociali@emarche.it nel periodo antecedente all’avvio dei signoli Piani personalizzati di Vita Indipendente, la dichiarazione di impegno al cofinanzimento, utilizzando l’Allegato “E”.


Verifica dell’attuazione dei Piani personalizzati

L’UMEA e il DSM, con la collaborazione dell'assistente sociale dell'ente locale di residenza e/o dell'assistente sociale dell'Ambito Territoriale Sociale di riferimento, verificano periodicamente le modalità di attuazione di ciascun Piano personalizzato ed il corretto utilizzo delle risorse da parte del beneficiario. Il resoconto della verifica finale, redatto secondo la scheda di cui all’allegato “F”, deve essere trasmesso, entro il 31 gennaio 2019, dall’Ente locale di residenza del beneficiario alla Regione Marche - Servizio Politiche Sociali e Sport, tramite PEC all’indirizzo: regione.marche.politichesociali@emarche.it


Rendicontazione

Tutti i beneficiari delle graduatorie “A” e “B”, a conclusione dell’intervento e comunque entro e non oltre il 31 gennaio 2019, devono trasmettere alla Regione Marche - Servizio Politiche Sociali e Sport, Via Gentile da Fabriano, 3 - 60125 ANCONA con raccomandata A/R (fa fede la data del timbro postale) la rendicontazione delle spese effettivamente sostenute, corredata da documentazione fiscalmente valida, al fine di ottenere la liquidazione del 10% della somma assegnata.

Ai sensi della DGR n.1360/2017 sono da considerarsi ammissibili le sole spese relative al contratto stipulato con l’assistente personale ovvero retribuzione, oneri previdenziali e assicurativi.


Il presente avviso viene pubblicato sul sito della Regione Marche al seguente link: http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Sociale/Disabilità#2368_Progetto-Regionale---Bandi-e-Riparti
mentre la modulistica ovvero gli allegati “B”, “B1”, “C”, “C1”, “D”, “E” ed “F” vengono pubblicati al seguente link:
http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Sociale/Disabilità#6169_Progetto-Regionale---Modulistica
 

AccessibilitàComune di Monte Urano - Piazza della Libertà 1, 63813 Monte Urano (FM) - Privacy - Note Legali
Telefono 0734.84871 - Fax 0734.848730 - PEC comune.monteurano@emarche.it - P. IVA 00356290445
Il portale del Comune di Monte Urano (FM) è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

- Inizio della pagina -
Il progetto Comune di Monte Urano (FM) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it